I miracoli del Santuario di Santa Maria della Croce

caterina e la Madonna

I miracoli del Santuario di Santa Maria della Croce

Il Santuario di cui vi parliamo oggi si trova a nord di Crema, nella provincia cremonese.

Venne costruito dopo un’apparizione della Madonna che, si narra, avvenne nel 1490.

Ma la storia del Santuario è più complessa e riguarda Caterina degli Uberti, una giovane aristocratica che fu data in moglie a Bartolomeo Pederbelli.

Caterina però non sapeva che suo marito era stato cacciato da Bergamo, la città in cui era nato, con l’accusa di essere un omicida.

Successe che, la sera del 3 aprile del 1490, Bartolomeo detto anche il “Contaglio”, portò la moglie nel bosco del Novelletto, raccontandole che l’avrebbe condotta a fare la conoscenza dei suoceri.

Invece la colpì con uno spadino, amputandola della mano destra, con lo scopo di derubarla.

L’apparizione della Madonna

La ragazza, ferita, invocò la Madonna perchè aveva paura di morire senza aver ricevuto i sacramenti. La Vergine le apparve sotto le spoglie di una popolana e la condusse a casa dei Samanni, poco distante. Lì Caterina fu soccorsa e poi trasportata a casa dei signori Mongia dove guarì.

Ma poco tempo dopo morì e il suo corpo fu sepolto nella chiesa di San Benedetto.

Nello stesso posto dell’apparizione fu piantata la croce che dà il nome alla chiesa e, da allora, diventò una meta tra le più celebri per i pellegrini dei dintorni.

Sempre nel 1940, ma un mese esatto dopo, il 3 maggio, in quello stesso luogo un bimbo guarì da una paralisi e si susseguirono altri fenomeni che furono tramandati come miracolosi.

E, in giugno, si narra che, nel cielo sopra quella zona, i presenti videro un cerchio con i colori dell’iride.

Per tutti questi motivi, nella zona della croce fu costruito il Santuario dove fu sistemata un’icona lignea. E anche questa icona è oggetto di mistero perchè molte persone testimoniano di aver visto muoversi gli occhi delle persone ritratte.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *