A Cremona il Museo del Violino svela il lavoro del liutaio

museo del violino

A Cremona il Museo del Violino svela il lavoro del liutaio

Cremona è la capitale mondiale della liuteria.
Nella città che ama la musica,  l’arte di costruire i violini e degli altri strumenti a corda prosegue da 5 secoli.

Oggi infatti ci sono ancora oltre 200 botteghe di liutai che continuano a portare avanti questa tradizione che, nel passato, ha visto nascere grandi Maestri come, per esempio, Stradivari.

E, inoltre, musicisti come Monteverdi e Ponchielli che hanno creato opere meravigliose di musica classica e concertistica.
Musiche celebrate ancor oggi in eventi come il Festival di Monteverdi.

Sempre a Cremona, la Scuola Internazionale di Liuteria accoglie studenti che arrivano da ogni parte del mondo per apprendere questa nobile arte.

Visitare un’autentica bottega di un liutaio, oggi si può, sia prenotando una visita in una delle botteghe del centro, oppure al Museo del Violino ospitato nel Palazzo dell’Arte.

Qui si ammirano i violini creati da Amati, Stradivari e Guarneri.

La bottega del liutaio ricostruita nel museo, consente di scoprire le varie fasi della nascita di uno strumento ad archi. Oltre ad ascoltare la riproduzione di grandi concerti.

L’Auditorium, progettato dal celebre ingegnere del suono Yasuhisa Toyota, è una sala da 460 posti in legno dove il palco è situato al centro. La qualità del suono è eccellente e ogni concerto è un’esperienza unica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *