Palazzo Te: un capolavoro a Mantova

palazzo te

Palazzo Te: un capolavoro a Mantova

Palazzo Te a Mantova è un autentico capolavoro e racchiude, al suo interno, tanti tesori, primi tra tutti gli incredibili affreschi che decorano le camere e le logge.

Si tratta di uno degli edifici più celebri, progettato dall’architetto Giulio Romano e costruito tra il 1525 e il 1534.

Palazzo Te fu voluto da Federico II Gonzaga per essere un luogo dove addestrare i suoi cavalli.

Ha pianta quadrata con cortile centrale e la forma richiama quella della domus romana.

Le Fruttiere e l’Esedra invece sono state costruite durante il 1600.

L’attuale ala settentrionale, verso i giardini, era lo spazio che accoglieva la scuderia dei Gonzaga.

Tra le camere più belle da visitare: la Sala dei Giganti, la Sala dei Cavalli e la Camera di Amore e Psiche che accoglieva i banchetti.

Le prime stanze erano l’appartamento di Isabella Boschetti, amante del duca. E cioè la Camera delle Metamorfosi, la Camera delle Imperrese e la Camera di Sole e Luna.

La Loggia delle Muse unisce l’appartamento a quello di Federico II dove ci sono la Sala dei Cavalli, la Camera di Amore e Psiche, la Camera dei Venti e la Camera delle Aquile.

Un’altra Loggia, quella di Davide porta all’appartamento di rappresentanza con la Camera degli Stucchi, la Camera degli Imperatori, la Camera dei Giganti.

Mentre l’appartamento del Giardino Segreto (o della Grotta) e le Fruttiere completano il Giardino Grande dell’Esedra.

Oggi Palazzo Te accoglie il Museo Civico, il Centro Internazionale d’Arte e di Cultura e ospita spesso mostre ed esposizioni d’arte.

All’interno del Museo Civico ci sono delle collezioni come la Sezione Gonzaghesca, la Raccolta Egizia, la Collezione Mondadori e la Collezione Mesopotamica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *